Lo sciopero dell’Ats gode di ampio sostegno

Lo sciopero dell’Ats gode di ampio sostegno A Zurigo altre redazioni si mostrano solidali con lo sciopero dei dipendenti Ats

FOTOS

Al secondo giorno del loro sciopero, i dipendenti dell’Ats si sono recati insieme a Zurigo. Durante il corteo verso la sede della società editoriale Tamedia sono stati accompagnati da numerosi simpatizzanti, anche di altre redazioni. Di fronte all’immobile di Tamedia hanno chiesto al presidente del consiglio di amministrazione dell’Ats, Hans Heinrich Coninx, di sedersi con i sindacati a un tavolo negoziale. Visto che il consiglio di amministrazione e la direzione di Ats continuano a comunicare solo attraverso i media e considerato che non sussiste alcuna offerta concreta di discussione il personale ha deciso in assemblea di continuare lo sciopero.

Gli scioperanti sono rimasti colpiti al loro arrivo a Zurigo dall´enorme solidarietà espressa nei loro confronti. Ciò dimostra che questa lotta non riguarda solo i posti di lavoro ma anche la difesa del servizio di base di diffusione di notizie a livello nazionale, che i dipendenti dell´Ats garantiscono con il loro lavoro quotidiano. Un lavoro molto apprezzato e riconosciuto dai colleghi delle altre redazioni. Con le sue esagerate misure di austerità la direzione dell´Ats mette in pericolo proprio questo servizio mediatico di base, essenziale affinché si possano formare le pubbliche opinioni in Svizzera.

Lo sciopero prosegue e si sposta, per la sua terza giornata, in Romandia
Preso atto del silenzio del consiglio di amministrazione e dell´atteggiamento ostinato della direzione, i dipendenti dell´Ats hanno deciso di proseguire lo sciopero anche domani, giovedì 1. febbraio. Per dimostrare che la protesta è di ampiezza nazionale e che riguarda tutte le regioni linguistiche della Svizzera, il personale si sposterà in Romandia nella sua terza giornata di sciopero. Anche nella Svizzera romanda infatti numerose redazioni hanno espresso la loro solidarietà, visto che sono abituate a fare affidamento su un servizio dell´Ats di qualità ed esaustivo come quello quello fornito finora. Senza i servizi dell´Ats in Romandia si va sempre più verso un vuoto mediatico.

Le rivendicazioni rimangono le stesse
Il personale dell’Ats è determinato a far passare le sue rivendicazioni. Ogni ulteriore silenzio da parte del consiglio d’amministrazione e della direzione dell’Ats conferma la necessità di continuare la lotta per ottenere trattative aperte e leali, come non lo sono state finora. I colloqui durante la procedura di consultazione non sono stati condotti alla pari. Non sono state fornite informazioni importanti e in relazione ad alcuni punti essenziali la direzione non si è mostrata in alcun modo pronta a discutere. Piuttosto si è cercato di imporre, con un piano sociale insufficiente, la tattica del “mangia la minestra o salta dalla finestra”.

Qui di seguito le principali rivendicazioni del personale

  • i licenziamenti e le riduzioni del tempo di lavoro già pronunciati vanno sospesi fino alla presentazione di una strategia solida e responsabile sul futuro dell’azienda;
  • la direzione dell’Ats e il consiglio di amministrazione devono avviare negoziati seri con la commissione della redazione e i rappresentanti sindacali;
  • per le persone più anziane colpite dai licenziamenti deve essere trovata una soluzione che non pregiudichi il loro avvenire finanziario;
  • per tutte le persone colpite occorre negoziare un piano sociale degno di questo nome.

L’assemblea del personale ha deciso all’unanimità di continuare l’azione
La decisione di proseguire lo sciopero per il terzo giorno è stata presa all’unanimità nell’assemblea serale dei dipendenti. Il personale si è detto determinato a proseguire lo sciopero fino all´avvio di colloqui concreti sulle principali richieste avanzate.

Agenda

Filmstart in der Deutschschweiz

27.02.2020

Leggi tutto

Samstag, 14. März 2020

Zürich

Leggi tutto

Die Goldene Zeit des Fotojournalismus in der Photobastei in Zürich

28.11.2019 - 15.03.2020

Leggi tutto

Freitag, 20. März 2020 in Freiburg

Leggi tutto

Ausstellung im Naturhistorischen Museum von Basel

Bis zum 29.03.2020

Leggi tutto

06.02. - 29.03.2020

Leggi tutto

«Vidange», eine Ausstellung von Jean-Paul Guinnard

Vom 15.01.-04.04.2020

Leggi tutto

29.01. - 03.05.2020 im Musée de l'Elysée in Lausanne

Leggi tutto

Sessions spéciales "Droits des femmes"

5.-13. März 2020

18.-26. Juni 2020

17.-25. September 2020

Leggi tutto